Translate

lunedì 16 ottobre 2017

Festa della mostarda

Dispiegamento di forze in grande stile, da parte dell' IIS “ L. Einaudi”, per l'edizione 2017 della “Festa della mostarda”. Una trentina di ragazzi di terza A bar e quarta B enogastronomia si sono passati il testimone per l'intera durata della due giorni, consacrata ad uno degli alimenti culto della cucina lombarda. All'interno del “PalaMostarda”, allestito, per l'occasione, presso i giardini pubblici di piazza Roma, gli studenti sono stati coinvolti nelle attività dei vari stand e soprattutto nella preparazione delle degustazioni da servire ai visitatori. Coinvolti a tempo pieno anche quindici loro compagni delle classi terminali del corso grafico, che hanno realizzato il servizio fotografico dell’evento e tre hostess del turistico, che hanno informato sulle iniziative culturali di Cremona, con particolare riguardo alla mostra dedicata al Genovesino. A dieci allievi del triennio dell'indirizzo socio sanitario, è invece spettato il compito di divertire i bambini, con attività laboratoriali a tema. I turni sono stati degni di professionisti consumati. Gli alunni sono infatti stati impegnati dalle 9 alle 23 di sabato e fino alle 19 di domenica. Il servizio di sala è stato coordinato dai docenti Michele Franzini, Cristian Fusco, Massimiliano 
Ruscelli e Dionisi Zoppi. Le altre iniziative sono state supervisionate dalle referenti Michela Balzarini, Elisabetta Bertoletti, Maria Teresa Dragoni, Monica Parrella e Maria Pezzini, in collaborazione con Annamaria Aprea e Giuseppe Bonavita.









MARATONINA

L’attività fisica, si sa, provoca il più classico dei “languorini”. Per ovviare al problema, il prof. Giuseppe Micocci e dieci studenti di terza B e quarta A alberghiero dell’istituto “L. Einaudi” sono stati arruolati dagli organizzatori della Maratonina 2017. Ovvia la loro missione: rifocillare i partecipanti all'evento sportivo a sfondo benefico. Il “Pasta party” servito in piazza Stradivari ha offerto cento chili di pastasciutta al pomodoro ed in bianco ai 2300 maratoneti affamati, che hanno risposto con entusiasmo all'invito del “Cremona runners club” di Michel Solzi. L'impegno e la competenza ai fornelli dei ragazzi hanno aggiunto un tocco di festa e convivialità, che ha riscaldato stomaci ed animi. Del resto, proprio domenica, Giulia Agazzi, una delle giovani cuoche alle prime armi, ha compiuto diciassette anni. Soddisfatta della professionalità sfoderata dai suoi alunni anche la referente di indirizzo Maria Pezzini.


giovedì 5 ottobre 2017

Cremona Music Awards




Undici ragazzi delle due quinte salabar dell'istituto "L. Einaudi" hanno animato la tre giorni (dal 29 settembre al primo ottobre) del "Cremona Music Awards", che ha avuto tra i protagonisti personalità di spicco del panorama musicale internazionale come Stuart Isacoff, Michele Dall'Ongaro, Ivry Gitlis, Giovanni Sollima e Tuck Andress. Gli studenti hanno gestito il servizio di sala presso l'Osteria del Melograno di Simone Arcari per tutta la durata della manifestazione. Ma il momento clou è arrivato sabato 30, quando, nel corso delle premiazioni, presso l' auditorium di CremonaFiere, è stato offerto il "cocktail Cremona", la bevanda a base di vodka, torrone della ditta Rivoltini, lime e miele inventata e presto brevettata dal professor Dionisi Zoppi. Con gli alunni, anche la docente Patrizia Cattani, la preside Nicoletta Ferrari e Paola Quagliotti, che ha voluto gli allievi della scuola alberghiera cittadina alla serata di gala dell'evento.


venerdì 29 settembre 2017

CREMONA MUSIC AWARDS

Undici ragazzi delle due quinte salabar dell'istituto "L. Einaudi" sono stati ingaggiati per la tre giorni (dal 29 settembre al primo ottobre) del Cremona Music Awards 2017, con premiazioni nell'auditorium di Ca' Somenzi. Tra i protagonisti dell'evento, personalità di spicco del panorama musicale internazionale come Stuart Isacoff, Michele Dall'Ongaro, Ivry Gitlis, Giovanni Sollima e Tuck Andress.



Oltre a gestire il servizio presso l'Osteria del Melograno di Simone Arcari per tutta la durata della manifestazione, sabato 30, gli studenti faranno conoscere il cocktail Cremona, la bevanda a base di vodka, torrone, lime e miele inventata e presto brevettata dal professor Dionisi Zoppi.




martedì 26 settembre 2017

FESTA DEL VOLONTARIATO

C'era anche l'IIS "L. Einaudi" alla Festa del volontariato, che domenica ha portato nel centro storico tutto l'associazionismo cremonese, operante nel terzo settore. Grazie all'attività di ippoterapia denominata "School Ride", cui hanno partecipato anche ragazzi diversamente abili, l'istituto "L. Einaudi" è stato infatti l'unica scuola di Cremona ad entrare nella rete di "Exportabile", il progetto sportivo del Comune, che ha ricevuto, per per tre anni, un finanziamento regionale. Con la loro presenza, i ragazzi dei corsi socio sanitario, turistico ed alberghiero, la preside Nicoletta Ferrari ed i docenti Stella Campanile (referente di "School Ride"), Donata Ardigò, Paola Galimberti, Giacomo Ghidini, Maria Pezzini e Monica Parrella hanno testimoniato ancora una volta il loro impegno nel campo dell'inclusione e l'apertura nei confronti delle iniziative del Territorio.





lunedì 28 agosto 2017

PROGETTO "EASY READER"

Si chiamerà Easy reader la biblioteca innovativa dell’IIS “L. Einaudi”. Il progetto, curato nel 2016 dalla professoressa Barbara Bozzi, è infatti risultato tra i primi 500, nella graduatoria delle oltre 3000 proposte pervenute al Ministero della Pubblica Istruzione da tutta Italia. Al momento, sono 22 gli istituti lombardi, che hanno conquistato da subito il finanziamento di 10mila euro. Altri 500 plessi riceveranno il contributo in un secondo tempo. 


La preside Nicoletta Ferrari dichiara: “È una buona opportunità, per aprire ulteriormente la scuola alla cittadinanza ed al Territorio. Le iniziative, che verranno promosse grazie all’apporto dei partners in rete, consentiranno il reinserimento sociale, la lotta alla dispersione scolastica, l’integrazione, l’inclusione e l’attenzione alla terza età. Saranno inoltre attivate esperienze utili per la maturazione di competenze tecnologiche e relazionali”. L’iniziativa coinvolge varie associazioni locali.


Easy reader sorgerà presso la sede distaccata di via Borghetto e valorizzerà una piccola palestra non idonea all’attività sportiva, dotata di proiettore e di Wi- Fi. La struttura, fruibile anche nelle ore pomeridiane, verrà adeguata e resa confortevole per gli utenti. È previsto persino un reader corner nel cortile, per una fruizione agile e flessibile, nella bella stagione.
Grazie all’apporto della Rete Bibliotecaria cremonese (RBC), si provvederà ad una formazione del personale sui metodi della ricerca in Internet e su valutazione, mappatura e selezione delle fonti. Priorità assoluta sarà riservata alle nuove modalità di lettura ed alla loro divulgazione. Saranno attivati corsi gestiti dagli studenti a favore dei cittadini sull’uso di tablet ed e- book reader. 


Easy reader disporrà di tablet, e- book per la lettura digitale e per la navigazione in Internet, da effettuarsi pure con dispositivi propri. Con i devices, sarà possibile accedere a contenuti digitali condivisibili tramite bluetooth e consultabili su cloud e si amplierà annualmente l’offerta dei documenti, destinando un capitolo di spesa al loro acquisto. Si raccoglieranno inoltre materiali forniti da privati ed enti vari, per rendere la comunità soggetto attivo nell’implementazione del patrimonio librario.

sabato 24 giugno 2017

RISTORANTE IN PIAZZA

Istituto "L. Einaudi" in prima linea, grazie all'inossidabile professore di cucina Giuseppe Micocci, anche alla manifestazione "Il ristorante in piazza", che ha organizzato una cena benefica all'aperto, per circa seicento persone. La terza edizione è stata inserita nel programma di "East Lombardy", il progetto che incorona la Lombardia orientale capitale 2017 dell'enogastronomia. Diciotto ragazzi di quarta B alberghiero, seconda A, C e D ristorazione, terza A, B bar e serale hanno dato una mano nel servizio di sala ed ai fornelli, a sostegno dei ristoratori cremonesi protagonisti dell'evento, svoltosi venerdì sera, in pieno centro storico. Con il loro prezioso apporto, gli studenti hanno contribuito al successo dell'iniziativa, a sostegno delle popolazioni dell'Italia centrale, colpite dal sisma.